Info su

 

Modica.in

Eventi e tendenze a Modica e dintorni

Felicità -Bliss

1

01-05 maggio 2014

 

Festival Internazionale degli Aquiloni

Date da confermare

Dopo il grande successo del Tour degli aquiloni, anche Modica diventa una tappa!

2

17-24 aprile 2014

 

Pasqua 2014 a Modica

Pasqua a Modica la Madonna Vasa Vasa - Riti della Santa Pasqua a Modica (RG). La domenica di Pasqua Festa della "Madonna Vasa - Vasa". 17 aprile / 24 aprile

Modica (RG)

3

25 aprile 2014

 

Libertà - Freedom

Anniversario della Liberazione

Il 25 aprile si celebra l’anniversario della liberazione d’Italia dalla occupazione dall’esercito tedesco e dal governo fascista avuta luogo nel 1945. E' quindi doveroso dedicare una giornata a questa ricorrenza perché ha segnato una svolta importante per il nostro paese.

 

M O D I C A

« Un teatro era il paese, un proscenio di pietre rosa, una festa di mirabilia. E come odorava di gelsomino sul far della sera. Non finirei mai di parlarne, di ritornare a specchiarmi in un così tenero miraggio di lontananze… »

(Gesualdo Bufalino, Argo il cieco ovvero i sogni della memoria)

 

 

Modica (Muòrica in siciliano, Μότουκα per i Greci, Mutica / Motyca in latino) è un comune italiano di 54.112 abitanti della provincia di Ragusa in Sicilia.

La città per popolazione è il tredicesimo comune della Sicilia ed il 124° d'Italia, mentre è per estensione del suo territorio all'11º posto fra i Comuni siciliani, ed al 41° fra tutti i Comuni d'Italia. Nel 2002 è stata inclusa, insieme con il Val di Noto, nella lista dei Patrimoni dell'Umanità dell'UNESCO per il suo centro storico, ricco di architetture barocche

 

 

ModicAntiquaria

Modica Antiquaria

 

piazza Principe di Napoli , Modica

 

Il mercato si tiene ogni ultima domenica del mese. Il numero indicato si riferisce all'ufficio turismo di Modica, disponibile per ulteriori informazioni.

 

Modica, che dal XV secolo circa fino agli anni trenta del XX era la quarta città della Sicilia per numero di abitanti e importanza politica, è stata economicamente e culturalmente vivace, anche grazie alla presenza di enti d'istruzione ecclesiastici e laici che l'hanno resa un notevole centro di studi.

I Carmelitani e i Domenicani vi stabilirono degli studia nel XIV e nel XV secolo. Già nel 1549 a Modica esisteva una scuola pubblica, il cui insegnante veniva pagato dal Comune con 4 once annue. Nel 1550 i Francescani Minori Osservanti, presenti a Modica dal 1343, insegnavano filosofia, teologia, latino e lettere umane, nel loro amplissimum studium philosophiae, presso il Convento di Santa Maria del Gesù, completato per la munificenza dei conti Anna e Federico Enriquez Cabrera. I Gesuiti vi fondarono[15] nel 1630, su iniziativa della contessa Vittoria Colonna de Cabrera (che donò 12.000 ducati d'oro[16], da sommarsi ai 10.000 deliberati dal Consiglio cittadino) uno di quegli importanti collegi pubblici per cui furono giustamente famosi. Il Collegio Gesuitico rilasciava Lauree. in Teologia, in Materie Umanistiche (Filosofia, Retorica, Umane lettere) e Arti Liberali (Fisica, Matematica) fino al 1767.

Da una delibera inviata nel 1832 alla Commissione di Pubblica Istruzione di Palermo, in cui si chiedeva che si autorizzasse la riapertura delle cattedre di Leggi e di Medicina, abolite (con disposizione del 1775) nei Collegi per doversi studiare nelle Università, si deduce che fino al 1767 il Reale Collegio Gesuitico di Modica rilasciasse anche i Diplomi di esercizio in tutte le professioni libere, di Avvocati, Medici, Notari, ecc. che divenivano esecutivi col visto del Governatore della Contea].

Dal 1812 al 1860 i Gesuiti tornarono ad insegnare le discipline che oggi si studiano nelle scuole secondarie superiori (diritto, zoologia, arti, scienze e lettere). L'Istituto Tecnico "Archimede" fu, nel 1866, una delle prime scuole secondarie superiori Statali ad essere fondate in Sicilia. Nel 1889, l'"Archimede" di Modica era l'unico Istituto Tecnico dell'intera provincia di Siracusa. A tutt'oggi, l'Archimede di Modica è l'istituzione scolastica con il più alto numero di iscritti dell'intera Provincia di Ragusa.

Pochi anni dopo, nel 1875, il Ginnasio comunale circondariale (corrispondente all'attuale Scuola media inferiore per i primi tre anni, poi al biennio dell'attuale Liceo Classico), attivo, per Decreto di Stato Prodittatoriale[19] fin dal 1862, fu trasformato in "Liceo Ginnasio" Comunale, divenuto infine nel 1878 "Regio Liceo Ginnasio" intitolato a Tommaso Campailla.

Il liceo classico "Tommaso Campailla" fu tra i primi venti licei italiani nati subito dopo l'Unità d'Italia, ed al rilevamento del 1889 contava più iscritti del Liceo Gargallo di Siracusa, fondato posteriormente.